Chi sbaglia paga…Le buche di Roma ed Elena.

Elena e le buche

Quando nemmeno due mesi fa Roma ha cominciato a riempire le sue strade di grandi e orribili buche sull’asfalto a causa di una nevicata e molte piogge, Il suo Sindaco ha affermato che chi aveva sbagliato doveva pagare, riferendosi alle ditte che avevano fatto male il loro lavoro.
Oggi, Elena Aubry, una ragazza bellissima di 26 anni, è morta schiantandosi con la sua Honda Hornet 900 su un guardrail di via Ostiense a causa delle buche.
La madre, Graziella: “Elena non c’è più. Per un’inspiegabile e assurda situazione, per un assurdo incidente, per le “maledette buche di Roma” mia figlia non c’è più. E’ andata via con tutta la sua voglia di vivere, i suoi sorrisi, la sua caparbietà e la forza dirompente dei suoi ventisei anni. Vi prego – chiede nello straziante messaggio -, ricordatela nelle vostre preghiere. Era un cuore generoso e chi l’ha conosciuta – lo sa”.
Io invito i miei lettori a riflettere sulla possibile divagazione spirituale di una notizia così straziante e su chi compie il proprio dovere ogni giorno senza pensare minimamente se ci sia un minimo di Amore Spirituale in ciò che fa….o….non fa.

La madre di Elena ha chiesto di pregare…Facciamolo!

LD’A.

Fonte: ADN-Kronos